DBstylo - Art&Architecture

Chi siamo

Uno studio dove le idee si sviluppano fino a prendere forma e diventare reali.

Giulia de Bassa Scheresberg / Architetto

Giulia de Bassa Scheresberg Nasce a Carpi nel 1981.
Consegue il Diploma di Maturità Classico al Liceo L.A. Muratori di Modena nel 2000.
Mentre studiava al Politecnico di Milano sede di Mantova, ha lavorato nell'ufficio dell’Arch. Ronzoni di Modena e collaborato come assistente alla docenza del corso di Analisi della morfologia urbana e tipologie edilizie del prof. Mauro Bianconi. Ha collaborato con prof. Luciano Roncai alla pubblicazione di “Atlante del giardino italiano 1750-1940. Dizionario biografico di architetti, giardinieri, botanici, committenti, letterati e altri protagonisti. Italia Settentrionale, Lombardia. (ISBN: 9788824010443).
Ha conseguito la Laurea Triennale in Scienze dell’Architettura nel 2003 con 106/110 presentando la tesi sull’Importanza del colore in architettura, presso il Politecnico di Milano sede di Mantova.
Ha frequentato il primo anno della Laurea Magistrale presso la Facoltà Politecnica de Arquitectura de Valencia, España dove ha lavorato presso il Despacio de Conservacion de los edificios della facoltà di Architettura contribuendo all’analisi e progetto di restauro di alcuni edifici storici di Valencia.
Ha conseguito la Laurea Magistrale presso il Politecnico di Milano sede di Mantova in Architettura ottenendo il titolo di Dottore in Architettura nel 2006 con 110/110 con tesi progettuale vincitrice del 2’premio del Concorso “Progetti per la città di Mantova” con titolo “Una Stazione Ferroviaria può essere un luogo poetico? Progetto per la nuova stazione ferroviaria di Mantova” seguita dal Prof. Arch. David Palterer e Prof. Arch. Paolo Mancini. La stessa tesi è stata pubblicata nel 2006 in “Annuario tesi di laurea A.A. 2004-2005. Facoltà di Architettura e Società, Politecnico di Milano”, 2004-2005 Ed. Libreria Clup, nel 2007 con “Segni e colori: la rappresentazione dell’Architettura fra comunicazione visiva e tradizione del disegno”, a firma di P. Mancini, e nel 2010 con “MTA08” Mostra delle tesi di laurea in Architettura dei giovani della provincia modenese della Ilios Editore.

Abilitata alla professione nel 2006 presso il Politecnico di Torino si iscrive all’Albo professionale degli Architetti di Modena a gennaio 2007 con numero 777. Abilitata a Certificatore Energetico dal 2009 e a Coordinatore della Sicurezza nei cantieri temporanei o mobili dal 2011.
Ha collaborato come libero professionista, project architect e capocommessa per diversi studi professionali e società di ingegneria, seguendo personalmente la progettazione di grandi interventi e concorsi, progettazioni residenziali, commerciali-direzionali e specialistiche, di scuole, asili nido e materne , rsa per anziani, poliambulatori, progettazione piani urbanistici.
Inoltre gestisce pratiche in emergenza terremoto, rilievo dei danni post sisma e gestione delle pratiche di ricostruzione.

Apre lo studio DBstylo nel 2009 assieme a Flavio Garuti, e come socio fondatore, architetto libero professionista e capocommessa si occupa di progettazione edilizia di nuova costruzione e ristrutturazioni, progettazione urbanistica, progettazione di interni, design, direzione e contabilità lavori, catasto, perizie, certificazioni energetiche, coordinamento sicurezza del cantiere, rilievi e consulenze tecniche.

Flavio Garuti / Dottore in Architettura

Flavio Garuti Nasce a Carpi nel 1973.
Proviene da una formazione scientifica, con Laurea VO in Architettura, il suo background lavorativo nasce dal web nel quale ha lavorato già dal 2002 come compliance expert per i siti della Pubblica Amministrazione fornendo consulenze su usabilità ed accessibilità.
Successivamente alla laurea, sfruttando le conoscenze informatiche ed una passione per la fotografia ed il video editing, è diventato amministratore di GUMgraphics, società di servizi informatici all'architettura dove realizzava video inserimenti, grafica 3D e siti web programmando in ambienti LAMP e gestendo spazi web in ambito linux.

Assieme a Giulia de Bassa Scheresberg dal 2009 apre lo studio DBstylo per il quale segue oltre alla parte grafica, anche le direzione lavori in cantiere.
Dal 2017 inizia un progetto di monitoraggio degli edifici sviluppando un ambiente OpenSource per la telemetria dell'edificio basata sull'Internet of Things.